Prologo

"Gentile dottore,
Le confermiamo di aver deciso di sostenere il Suo progetto Treccani sott'olio e pertanto saremo
sponsor tecnici dell'iniziativa fornendoLe una copia della Grande Treccani per poter realizzare
la Sua opera.

Con i migliori saluti

Dott. Francesco Tatò

Benedetto Marcucci

43 anni, romano. Figlio di un collezionista, fin da bambino frequenta mostre e gallerie e considera naturale esprimersi assemblando e colorando oggetti. A vent’anni conosce Mario Schifano e ne diventa assistente. Successivamente partecipa alle prime mostre collettive, nel 1992 esordisce con una personale al Salone del Libro di Torino, esponendo la serie Sottolî.

Partecipa nel corso degli anni a numerose collettive in vari spazi pubblici e privati. La prima personale a Roma la allestisce nel 1993 per lo Studio Morbiducci. S’intitola Esprimersi con i piedi, serie di ritratti rovesciati di persone invitate a esprimere la migliore immagine di sé attraverso le proprie estremità. Nel 1995 torna a esporre al Salone del libro di Torino.

Nel 1999 partecipa alla mostra Quattro volte, a cura di Achille Bonito Oliva, allestita nel Salone centrale della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma. Lì presenta la prima opera di una serie rimasta incompiuta: Nuda famiglia, ritratto delle tre generazioni di un nucleo familiare completamente nudo in un salotto.

Da allora ha realizzato numerosi lavori senza mai esporli. Si è ripromesso di non tornare a mostrarli in pubblico prima di aver compiuto la serie Sottolî con l’installazione dell’Enciclopedia italiana.

Fa il giornalista professionista, l’autore televisivo e il consulente culturale. Ha lavorato e continua a collaborare per varie testate: liberal, Il Foglio, Il Giornale, Vanity Fair. È stato autore di trasmissioni per le reti 1 e 2 della RAI.

Già capo ufficio stampa e portavoce del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Attualmente, oltre all’attività giornalistica, svolge il ruolo di consigliere della Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati.


Biografia

Born: Roma, Italia, 1967
Education
1997 Borsa di studio in Storia Contemporanea del Consiglio Nazionale delle Ricerche
1992 Diploma di Laurea in Lettere con indirizzo storico, Università La Sapienza di Roma
1985 Diploma di maturità, Liceo Classico Statale Terenzio Mamiani di Roma
Selected Solo Exhibitions
2011 Musicultura, Macerata, Treccanisottolio (video e conferenza)
2010 Macro, Roma, Treccani sottolio
1997 Galleria de’ Serpenti, Roma, Libri sottolio
1993 Galleria Lo Studio, Roma, Esprimersi con i piedi
1992 Salone del Libro di Torino, Genio e regolatezza, stand di Stampa Alternativa
Selected Group Exhibitions
2010 Sala del Comune, Spoleto, Vetrinetta delle meraviglie
2005 Galleria Lo Studio, Roma, 80+10=90 x l’arte
2005 Liceo Artistico Boccioni, Milano, Poesia visuale nelle collezioni milanesi
1999 Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, Quattro volte a cura di Achille Bonito Oliva
1996 Galleria de’ Serpenti, Roma, Essere antiproibizionisti, a cura di Alberto Vannetti
1995 Accademia Britannica di Roma, Artisti per Opening, a cura di Alberto Vannetti
1995 Galleria Nova, Roma, Interni Esterni, a cura di Viviano Gravano e Giuseppe Cannilla
1994 Parco di Grugliasco, Torino, Interni Esterni, a cura di Viviano Gravano e Giuseppe Cannilla
1993 Condominio Via San Cipriano, Roma, Opera Stabile
1992 Sala 1, Roma, 10 Artisti romani
1991 Galleria Eralov, Roma, Un itinerario d’amore
Selected Bibliography
1999 Lauretta Colonnelli, Corriere della sera, 19 Ottobre
1995 Alberto Vannetti, Opening, Giugno
1993 Mario De Candia, La Repubblica, 20 Novembre
1992 Antonio Gnoli, La Repubblica, 20 maggio
Publications
1994 Romolo Murri, La scelta radicale, Venezia, Marsilio
2008 Modello Roma, Il grande bluff, Soveria Mannelli, Rubbettino

Sottolio

I libri sottolio nascono da un’idea di Benedetto Marcucci. Negli anni successivi alla caduta del muro di Berlino quando si parlava di “fine della storia”, Marcucci ha voluto rendere concreto il suo sentimento verso alcuni libri emblematici della cultura italiana e internazionale. Avvertendo la necessità di conservare e superare quella tradizione, Marcucci ha fatto ricorso a un’antica tecnica mediterranea di conservazione.

Il libro nell’olio non solo si conserva, ma viene esaltato, acquista compiutamente tutto il suo prestigio di oggetto di culto: i colori della copertina divengono brillanti, le pagine si aprono naturalmente, percepibili una per una. Diventa insomma una sorta di reliquia. Ciononostante, chiuso in un barattolo e sigillato con la ceralacca, non è più leggibile.

I libri scelti, tranne rare eccezioni, sono sempre classici: romanzi, saggi o manuali che hanno segnato in modo profondo l’evoluzione della cultura occidentale. Vedendo un sottolio non si capisce se abbia un significato negativo o positivo e questa ambiguità è lasciata volutamente irrisolta.

Anche se di primo acchito i libri sottolio potrebbero apparire un’opera concettuale, in realtà, nelle intenzioni dell’autore, intendono riconnettersi a una concezione classica dell’arte, facendo ricorso a materiali antichi: vetro, olio, carta, sughero, ceralacca.

Enciclopedia Treccani sottolio

La “sublimazione” della serie Sottolî avverrà con la serie Enciclopedie, a cominciare ovviamente dall’Enciclopedia Italiana, la Treccani, probabilmente l’impresa scientifica più imponente di tutta la storia culturale nazionale.

Nell’epoca di Wikipedia, il sapere enciclopedico è falsificabile e in quanto tale, secondo l’epistemologia moderna, è divenuto vero. L’enciclopedia tradizionale, nella sua concezione illuminista, della quale la Treccani è evidentemente continuazione, vive un momento critico. Non per questo però deve esser dimenticata in qualche cantina o lasciata morire in uno scaffale: al contrario deve essere conservata.

In questo rapporto tra elevazione a reliquia e inattualità, ma anche nella paradossale impossibilità di essere letta, sta la filosofia dell’installazione di Marcucci.

Con questa proposta l’artista vuol portare a compimento un percorso di ricerca iniziato con un’opera realizzata proprio nel 1989: La verità non esiste, ma bisogna crederci per non essere bugiardi.

Exhibitions

>

l'O.diB. | video installazione Treccanisottolio

_

>

Intervista a Benedetto Marcucci | Museincomune Roma

_

>

Intervista a Umberto Croppi | Museincomune Roma

_

>

Conferenza Musicultura 2011 | Musicultura Macerata

Roma

Museo Macro | dal 15 dicembre 2010 al 6 febbraio 2011

Palazzo Venezia | 54 Biennale di Venezia a Roma | 23 giugno - 22 settembre 2011

New York

Istituto Italiano di Cultura | date da definire

Catalogo Treccani sottolio_Electa

Treccani sottolio | di Benedetto Marcucci